lorsodelcorso

Just another WordPress.com site

Gestire i Pacchetti Su Ubuntu – Il Comando Apt-get marzo 28, 2011

Filed under: NetWorking,Parole Dal Web — lorsodelcorso @ 6:59 am

Il Comando Apt-Get

Il comando apt-get è un potente strumento a riga di comando usato per operare con l’APT (Advanced Packaging Tool ) di Ubuntu al fine di eseguire operazioni come l’installazione di nuovi pacchetti software, l’aggiornamento dei pacchetti software esistenti, l’aggiornamento dell’indice dell’elenco di pacchetti e persino l’avanzamento di versione dell’intero sistema Ubuntu.

Essendo un semplice strumento da riga di comando, apt-get presenta agli amministratori di sistema numerosi vantaggi rispetto ad altri strumenti di gestione dei pacchetti disponibili in Ubuntu. Alcuni di questi vantaggi sono la facilità d’utilizzo mediante connessioni via terminale (SSH) e la possibilità di essere usato in script di amministrazione del sistema, resi magari automatizzati attraverso l’utilità di pianificazione cron.

Alcuni esempi di utilizzo tipico dell’utilità apt-get:

  • Installare un pacchetto: l’installazione di pacchetti usando lo strumento apt-get è molto semplice. Per esempio, per installare lo scanner di rete nmap, digitare il seguente comando:
    sudo apt-get install nmap
  • Rimuovere un pacchetto: la rimozione di uno o più pacchetti è altrettanto semplice e immediata. Per rimuovere il pacchetto nmap installato nell’esempio precedente, digitare il seguente comando:
    sudo apt-get remove nmap
  • Aggiornare l’indice dei pacchetti: l’indice dei pacchetti di APT è essenzialmente un database dei pacchetti disponibili dai repository definiti nel file /etc/apt/sources.list. Per aggiornare l’elenco locale dei pacchetti con i cambiamenti apportati di recente nei repository, digitare il comando:
    sudo apt-get update
  • Aggiornare i pacchetti: nel corso del tempo, nei repository dei pacchetti potrebbero essere disponibili delle versioni aggiornate dei pacchetti installati sul computer (per esempio aggiornamenti di sicurezza). Per aggiornare il sistema, per prima cosa aggiornare l’indice dei pacchetti come descritto poco sopra, poi digitare il comando:
    sudo apt-get upgrade

    Se un pacchetto necessita l’installazione o la rimozione di nuove dipendenze durante l’aggiornamento, allora tale pacchetto non sarà aggiornato dal comando upgrade. Per questo genere di aggiornamenti, è necessario utilizzare il comando dist-upgrade.

    Allo stesso modo, è possibile aggiornare l’intero sistema Ubuntu da una revisione a un’altra con dist-upgrade. Per esempio, per effettuare l’aggiornamento dalla versione 5.10 alla versione 6.06 LTS, innanzitutto bisogna assicurasi di aver sostituito nel file /etc/apt/sources.list i repository della versione 5.10 con quelli della versione 6.06 LTS, poi basta eseguire il comando apt-get update come descritto poco sopra, infine bisonga eseguire l’aggiornamento digitando il comando:

    sudo apt-get dist-upgrade

    L’aggiornamento del sistema alla versione successiva richiede un certo periodo di tempo. Solitamente sono richiesti alcuni passi di post-aggiornamento come descritto nelle note di aggiornamento per la revisione a cui si sta aggiornando.

    Le azioni del comando apt-get, come l’installazione o la rimozione di pacchetti, vengono registrate nel file di registro /var/log/dpkg.log.

Fonte: http://help.ubuntu-it.org/6.06/ubuntu/serverguide/it/apt-get.html

Annunci
 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...